Preparazione per l’esame ecografico all’addome

Preparazione per l’esame ecografico all’addome

Nel seguente articolo spieghiamo tutte le informazioni che si devono sapere prima di effettuare un esame ecografico all’addome.

 

L’esame ecografico dell’addome completo, ovvero lo studio con la metodica ad ultrasuoni, si effettua a paziente disteso supino sul lettino.

L’esame della durata di circa 15 minuti, permette uno studio panoramico completo degli organi dell’addome superiore e inferiore.

Si consiglia di presentarsi all’esame a digiuno e di non urinare nelle due ore precedenti. Solitamente ciò è sufficiente per una adeguata replezione vescicale, altrimenti si invita a bere un litro di acqua un’ora prima dell’esame.

Se l’esame viene effettuato con una preventiva ed adeguata preparazione da parte del paziente, o quando non figuri un quadro di grave obesità o intenso meteorismo, consente di effettuare una diagnosi clinica con un ottimo livello di accuratezza.

Questo tipo di esame è da considerarsi di primo livello nello studio dell’addome.

Si possono esplorare:

  • il fegato;
  • i reni;
  • le vie biliari;
  • la milza;
  • il pancreas;
  • l’aorta addominale;
  • la vena cava;
  • la vescica;
  • l’utero e le ovaie (nella donna);
  • la prostata (nell’uomo).

Si arriva a visualizzare la morfologia e l’eventuale presenza di lesioni nei diversi organi.

Per una adeguata preparazione si invita il paziente a digiunare o comunque ad evitare di mangiare il giorno antecedente all’esame i seguenti cibi:

  • verdure;
  • bevande gassate;
  • alcoolici;
  • pane;
  • pasta;
  • cereali (specie se integrali);
  • legumi.

È inoltre consigliato mangiare cibi poveri di grasso, per consentire lo studio adeguato del sacco biliare.

No Comments

Post A Comment

× Come la posso aiutare?